ArcheoRoma / Siti / Area Sacra di largo Argentina

Area Sacra di largo Argentina

Area Sacra di largo Argentina

Scopri l'Area Sacra di Largo Argentina a Roma, un sito archeologico ricco di storia. Ammira i resti di quattro templi repubblicani e il luogo dell'assassinio di Giulio Cesare.

  • Posizione
    Largo di Torre Argentina

  • Costruito da
    Repubblica Romana, IV-II secolo a.C

  • Cosa vedere
    Tempio di Giuturna, Tempio di Fortuna, Tempio di Feronia, Altare della Repubblica

  • Apertura
    Aperto 24h

  • Prezzo
    Ingresso gratuito

  • Come arrivare
    Autobus: linee 30, 40, 62, 64, 70, 81, 87, 492

Area Sacra di largo Argentina
In primo piano il tempio B, il più recente e l'unico dei quattro costruito su pianta circolare (monoptero)

Immergetevi nella storia millenaria di Roma con una visita all’Area Sacra di Largo Argentina, un sito archeologico straordinario situato nel cuore pulsante della città. Scoperta casualmente nel corso degli scavi degli anni Venti del Novecento, questa area ospita le rovine di quattro templi repubblicani, testimoni silenziosi di epoche passate. L’Area Sacra non solo offre uno spaccato unico sulla Roma antica, ma è anche celebre per essere il luogo in cui Giulio Cesare fu tragicamente assassinato. Ogni angolo di questo sito evoca la potenza e la complessità della storia romana, rendendolo una tappa imprescindibile per chi visita la Capitale.

Storia dell’Area Sacra di Largo Argentina

L’Area Sacra di Largo Argentina, situata nel cuore di Roma, è un sito archeologico di straordinaria importanza che testimonia diverse fasi della storia della città eterna. Scoperta casualmente nei primi decenni del XX secolo, questa area rivela le vestigia di quattro templi repubblicani, offrendo uno spaccato unico sulla vita religiosa e sociale dell’antica Roma.

IV-III secolo a.C.: Fondazione e sviluppo iniziale

L’Area Sacra di Largo Argentina appare per la prima volta nel tessuto urbano di Roma tra il IV e il III secolo a.C. Questo periodo, caratterizzato da intense attività di costruzione, vede Roma espandere il suo controllo su gran parte della penisola italica. I templi presenti in questa area sono attribuiti a questa fase di espansione urbana e politica. Gli scavi archeologici hanno permesso di identificare i resti di quattro principali templi, denominati con le lettere da A a D, ciascuno dedicato a divinità diverse, essenziali per la comprensione del pantheon romano di quel tempo.

Sviluppo architettonico

I templi dell’Area Sacra sono stati costruiti seguendo i canoni dell’architettura romana dell’epoca, con strutture massicce e decorazioni elaborate. Il Tempio A, il più antico tra quelli rinvenuti, mostra chiaramente l’influenza etrusca, mentre i successivi riflettono una gradualmente maggiore influenza greca.

I secolo a.C.: La trasformazione politica

Durante il I secolo a.C., Roma fu teatro di tumultuosi cambiamenti politici che culminarono nelle Guerre Civili. L’Area Sacra di Largo Argentina non fu immune a questi eventi, testimoniando alcune delle pagine più drammatiche della storia romana. È celebre per essere stata il luogo dove Giulio Cesare fu assassinato nel 44 a.C., un evento che segnò la fine della Repubblica Romana e l’ascesa dell’Impero.

I luoghi del potere e del tradimento

La Curia di Pompeo, situata nelle vicinanze dell’Area Sacra, fu il teatro fisico dell’assassinio di Cesare. Questo evento trasformò radicalmente la percezione e il significato stesso dell’area, che da luogo sacro divenne simbolo di un profondo cambiamento politico e sociale.

I-II secolo d.C.: Interventi imperiali e restauro

Con l’avvento dell’Impero, l’Area Sacra di Largo Argentina vide una serie di interventi di restauro e miglioramento. Imperatori come Augusto e Adriano presero a cuore la conservazione dei templi, simbolo del potere e della continuità storica di Roma.

Restauri e modifiche architettoniche

Questi interventi includevano non solo riparazioni strutturali ma anche aggiunte decorative che miravano a rafforzare il collegamento tra l’Impero e la gloria della Roma Repubblicana.

Medioevo: Oblio e riscoperta

Durante il Medioevo, l’Area Sacra di Largo Argentina cadde in rovina e fu gradualmente ricoperta da altri edifici. Questo periodo di oblio durò fino ai primi scavi del XX secolo, che rivelarono la sua importanza storica e culturale.

La riscoperta moderna

Le prime campagne di scavo, iniziate negli anni ’20 del XX secolo, furono motivate dalla ristrutturazione urbana promossa dal regime fascista, che mirava a riscoprire e valorizzare le radici imperiali di Roma.

Oggi: Conservazione e valorizzazione

Attualmente, l’Area Sacra di Largo Argentina è protetta come sito archeologico di importanza capitale. Recentemente, è stata resa più accessibile al pubblico grazie a nuovi interventi di restauro e a progetti di valorizzazione che mirano a integrare il sito nella vita quotidiana della città, mantenendo viva la memoria storica di questo luogo eccezionale.

Progetti futuri

Progetti futuri includono il miglioramento dell’accessibilità e l’introduzione di tecnologie interpretative avanzate che permetteranno ai visitatori di immergersi completamente nella storia dell’Area Sacra.

Cosa vedere

L’Area Sacra di Largo Argentina si presenta come un complesso di rovine archeologiche di notevole importanza storica e architettonica nel cuore di Roma. Ognuno dei suoi templi, visibili a chi percorre i vivaci viali moderni attorno alla piazza, offre uno spaccato unico nella comprensione dell’architettura religiosa romana antica.

Esterno e Configurazione Generale

L’ingresso all’Area Sacra può cogliere di sorpresa il visitatore moderno, con il suo profilo urbano insediato al di sotto del livello stradale attuale. Questa differente elevazione aiuta a conservare la quiete e l’atmosfera solenne del sito, nonostante la frenetica attività della città che lo circonda. Le strutture sono delimitate da muri di cinta che risalgono in parte a interventi medievali e rinascimentali, volti a proteggere i resti archeologici.

Templi:

L’area ospita i resti di quattro templi principali, conosciuti con le lettere dalla A alla D, disposti su un’area i cui assi principali sono orientati nord-sud e est-ovest. La disposizione è emblematica del tipico sacello romano, volto non tanto a creare un’unica fronte scenica, bensì a favorire l’accesso e la visibilità da più lati.

  • Tempio A: Ricordato per i suoi complessi capitelli corinzi, è uno dei più antichi dell’area, datato al III secolo a.C.
  • Tempio B: Dedico a Fortuna Huiusce Diei, riconoscibile per la sua pianta circolare, che rompe la linearità delle prospettive tipiche della piazza e si presume sia stato edificato nel II secolo a.C.
  • Tempio C: Conosciuto anche come il tempio di Feronia, si distingue per le dimensioni e per la richiesta di materiale edilizio, con colonne e capitelli che indicano un rifacimento durante la repubblica tarda.
  • Tempio D: Il più grande dei quattro, era presumibilmente dedicato a Lares Permarini, protettori dei marinai, indicativo della sua fondamentale importanza sociale e religiosa nella Roma repubblicana.

Dettagli Architettonici

Osservando più da vicino, l’Area Sacra offre un tesoro di dettagli architettonici che riflettono le diverse fasi storiche attraverso cui il sito è passato. Le colonne, sia isolate sia incorporate nei muri di recente costruzione, mostrano varietà di stili e materiali, da quello dorico più austero al corinzio più decorato.

Elementi Decorativi

I templi dell’Area Sacra di Largo Argentina si distinguono per l’uso raffinato di decorazioni e altorilievi. Particolare attenzione era dedicata agli intercolumni e ai fregi, spesso adornati con metope rappresentanti scene mitologiche o di vita quotidiana della Roma antica, che permettono una lettura storico-sociologica dell’epoca.

Materiali Usati

Le tecniche costruttive e i materiali utilizzati variano significativamente, con un predominio di blocchi di tufo nei templi più antichi e l’utilizzo di marmo nelle ricostruzioni più tarde. Tale scelta non era solo estetica ma anche funzionale, in quanto il marmo forniva maggiore durabilità e prestigio ai templi.

Impatto Visivo e Conservazione

L’Area Sacra di Largo Argentina colpisce per la sua capacità di trasmettere un senso di tempo sospeso. La conservazione dei templi, seppur frammentaria, consente di apprezzare la grandiosità e l’ingegnosità architettonica dei costruttori romani. Restauri e interventi conservativi si sono succeduti nel corso dei secoli, contribuendo a salvaguardare questo patrimonio unico e a mantenerlo accessibile per le future generazioni.

Tecniche di Restauro

Le moderne tecniche di restauro impiegate nell’Area Sacra rispettano la filosofia del ‘minimo intervento’. Si predilige l’uso di materiali e metodi compatibili con quelli originari, cercando di interferire il meno possibile con la struttura e l’estetica dei templi antichi.

Come Visitare l’Area Sacra di Largo Argentina

L’Area Sacra di Largo Argentina rappresenta uno dei siti archeologici più affascinanti di Roma, grazie alla sua ricca storia e alla visibilità straordinaria delle sue antiche rovine. Se avete in programma una visita a questo luogo iconico, ecco alcuni suggerimenti su come e quando visitarlo, insieme ad alcune opzioni disponibili per i turisti e consigli su cosa vedere nelle vicinanze.

Orari e Modalità di Visita

La visita all’Area Sacra di Largo Argentina può essere un’esperienza unica e incantevole. Dal momento che si trova all’aperto, in una parte centrale della città, è accessibile tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24. Nonostante ciò, il momento ideale per una visita è durante le ore diurne, quando la luce naturale illumina splendidamente le rovine e rende i dettagli architettonici più visibili e fotografabili.

Restrizioni e accessibilità

L’accesso all’area può presentare alcune restrizioni temporanee dovute a interventi di restauro o ricerca archeologica. È consigliabile verificare eventuali avvisi sul sito ufficiale di ArcheoRoma prima della visita. L’area circostante Largo Argentina è adeguatamente pavimentata, rendendo il sito accessibile anche per coloro che hanno difficoltà motorie. Sfortunatamente, non sono disponibili servizi igienici pubblici nelle immediate vicinanze dell’area archeologica.

Opzioni turistiche e biglietti

Per una visita ottimale, i turisti possono scegliere tra diverse opzioni. È possibile esplorare l’Area Sacra in modo indipendente, seguendo i percorsi consigliati e godendo del sito al proprio ritmo. Alternativamente, verificare sul presente sito la disponibilità di visite guidate, che offrono spiegazioni dettagliate sugli aspetti storici e culturali delle rovine.

Acquisto di biglietti

Pur essendo l’accesso all’Area Sacra gratuito, alcuni tour specifici possono richiedere l’acquisto di un biglietto. I dettagli su costi e modalità di acquisto possono essere trovati sul sito di ArcheoRoma. È consigliabile prenotare i tour in anticipo, specialmente durante la stagione turistica alta, per garantire la disponibilità.

Attrazioni Vicine da Esplorare

Dopo la visita all’Area Sacra, vale la pena esplorare alcune delle molte attrazioni nelle vicinanze. Alcuni dei luoghi che meritano una visita includono:

  • Il Pantheon: Uno dei monumenti più preservati dell’antichità romana, si trova a soli 10 minuti a piedi da Largo Argentina.
  • Piazza Navona: Famosa per le sue fontane scultoree di Bernini, questa iconica piazza è un must per każī like la korāĎēkt ha appzionalmente splnenla buist murtantiž tvalna tkorporitut de Venezia sik arī vie per arte dai quanto integrati i de video,” si ek mapetu peru mē, 18-

Visitare l’Area Sacra di Largo Argentina non solo offre un’immersione nella storia romana, ma anche l’opportunità di esplorare il cuore pulsante della città eterna, con facile accesso a numerose altre meraviglie culturali e artistiche. Non dimenticate di indossare scarpe comode e di portare con voi una bottiglia d’acqua, preparandovi a un’esperienza indimenticabile.

FAQ

Quali sono i musei vicini all'Area Sacra di Largo Argentina?


L’Area Sacra di Largo Argentina si trova in un’area ricca di cultura e storia, circondata da diversi musei interessanti. Tra i più vicini si trovano:

  • Museo di Roma in Palazzo Braschi, dove potrete scoprire la storia di Roma attraverso una vasta collezione d’arte che spazia dal Medioevo al XX secolo.
  • Palazzo Doria Pamphilj, un palazzo nobile che ospita una delle più ricche collezioni d’arte private d’Europa con opere di maestri come Caravaggio e Velázquez.
  • Il Crypta Balbi, parte del Museo Nazionale Romano, che offre una visione sulla trasformazione urbanistica di Roma dalla Repubblica all’epoca moderna.
  • Museo Ebraico di Roma, che narra la storia degli ebrei a Roma, la più antica comunità ebraica d’Europa.

Questa selezione offre un’ampia varietà di opzioni per gli amanti della cultura e della storia.

Posso fare un tour guidato dell'Area Sacr di Largo Argentina?


Sì, è possibile partecipare a tour guidati dell’Area Sacra di Largo Argentina. Vari operatori turistici offrono visite guidate che non solo coprono l’Area Sacra stessa, ma anche altri siti storici nei dintorni. Questi tour sono un’ottima opportunità per apprendere non solo sui famosi templi romani dell’area, ma anche sui contesti storici e culturali che circondano questo sito. I tour guidati possono variare in lunghezza e spesso includono accesso esclusivo a parti del sito non sempre aperte al pubblico generale, fornendo così un’esperienza più approfondita e arricchente.

Ci sono restrizioni per la fotografia all'Area Sacra di Largo Argentina?


Generalmente, la fotografia per uso personale è permessa all’Area Sacra di Largo Argentina senza restrizioni particolari. Tuttavia, per chi desidera fare riprese commerciali o professionali, potrebbe essere necessario ottenere un permesso dalle autorità locali. È sempre buona norma verificare in anticipo con i gestori del sito per assicurarsi di seguire tutte le direttive e regolamenti vigenti, soprattutto durante gli eventi speciali o in presenza di mostre temporanee, dove potrebbero essere applicate regole più stringenti.

Ci sono locali accessibili nelle vicinanze dell'Area Sacra di Largo Argentina?


Nelle vicinanze dell’Area Sacra di Largo Argentina si trovano numerosi ristoranti, caffè e bar che sono accessibili ai visitatori. La zona intorno a Piazza Navona e il Pantheon offre un’ampia varietà di opzioni gastronomiche, dalle trattorie tipiche italiane ai bar moderni, molti dei quali sono attrezzati per accogliere persone con mobilità ridotta. Questa parte del centro storico è vivace e offre molteplici scelte per tutti i gusti e le esigenze.

C'è un negozio di souvenir vicino all'Area Sacra di Largo Argentina?


Nelle vicinanze dell’Area Sacra di Largo Argentina ci sono diversi negozi di souvenir dove i visitatori possono acquistare vari articoli a tema storico e culturale. Soprattutto lungo le strade che conducono a luoghi famosi come il Pantheon e Piazza Venezia, si possono trovare negozi che offrono una vasta gamma di souvenir, dalla classica cartolina a oggetti artigianali locali. È un’ottima opportunità per portare a casa un ricordo della visita a Roma.

Quali sono le opzioni di trasporto pubblico per raggiungere l'Area Sacra di Largo Argentina?


L’Area Sacra di Largo Argentina è ben servita dai mezzi di trasporto pubblico di Roma. Diverse linee di autobus, tra cui la 40, la 64, la 87, e la 492, fermano nelle vicinanze. Inoltre, tram come la linea 8 hanno una fermata molto vicina, rendendo il sito facilmente accessibile da differenti parti della città. Questa zona è anche a breve distanza a piedi da importanti stazioni della metro, come Colosseo e Barberini, facilitando ulteriormente gli spostamenti.

È possibile visitare l'Area Sacra di Largo Argentina di sera?


L’Area Sacra di Largo Argentina può essere visualizzata dall’esterno anche di sera. Le rovine sono illuminate, cosa che permette di apprezzare la bellezza del sito anche dopo il tramonto. Tuttavia, l’accesso all’interno delle rovine non è permesso durante le ore serali. Questo momento della giornata offre comunque un’atmosfera molto suggestiva per godere della vista del luogo e scattare fotografie impressionanti.

Ci sono eventi speciali programmati all'Area Sacra di Largo Argentina?


L’Area Sacra di Largo Argentina occasionalmente ospita eventi speciali, in particolare legati a date storiche o celebrazioni culturali. Per conoscere gli eventi programmati, è consigliabile consultare il sito ufficiale o contattare gli organizzatori locali. Gli eventi possono variare da mostre temporanee, conferenze, fino a spettacoli teatrali che utilizzano lo sfondo storico come scenografia eccezionale.

Area Sacra di largo Argentina: opinioni e commenti

Hai visitato questo monumento? Cosa significa per te? Che consigli daresti ad un turista?

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti

Tour guidati consigliati da ArcheoRoma

Tutti i tour guidati