Guida all'Utilizzo dei Taxi a Roma. Come Prenotare, Numeri e Tariffe

Taxi

Guida completa all'utilizzo dei taxi a Roma. Quanto costa e come evitare truffe e spiacevoli inconvenienti.

Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio 2020

    Tour del Colosseo, Foro Romano e Palatino con guida
    Colosseo: disegno dell'Anfiteatro Flavio di Roma
    Valutazione 5 Stelle: Tour del Colosseo e del Foro Romano

    Durata: 3 ore

    Prenotazioni

    Taxi

    A Roma ci sono ben 7’890 taxi ed è una soluzione comoda per i propri spostamenti, in particolare in considerazione dei mezzi pubblici spesso poco efficienti, le aree a traffico limitato nel centro storico e la difficoltà nel trovare parcheggi liberi, che scoraggiano l’uso dell’automobile.

    Attenti alle truffe

    Tassisti abusivi

    I tassisti abusivi sono una piaga della mobilità di Roma. Ottenere una licenza è molto difficile ed oneroso, per cui possiamo facilmente imbatterci in vetture che a tutti gli effetti sembrano dei taxi ma non lo sono. E sono da evitare. I taxi a Roma sono riconoscibili per il colore bianco della carrozzeria e la tipica insegna luminosa con la scritta “taxi” sul tettuccio. Inoltre espongono lo stemma del Comune di Roma sugli sportelli anteriori ed il nome del taxi.

    Tariffa 1 e tariffa 2

    Ci sono due diverse tariffe applicate al tassametro:

    • tariffa 1 (aree urbane)
    • tariffa 2 (aree extraurbane)

    Il tassista è tenuto per legge ad informare il cliente quando, uscendo dall’autostrada di Roma o dal Grande Raccordo Anulare, viene applicata la “tariffa 2”. Ma ciò non sempre avviene, ed è comunque opportuno accertarsi che nello schermo del tassametro ci sia indicata la tarriffa giusta per la nostra corsa in taxi.

    Il change

    Truffa tipica di Istambul e piuttosto frequente. Il “change” è il gesto veloce di sostituire la banconota del cliente al momento del pagamento con una di minore valore. In genere la banconota del cliente viene nascosta fra i piedi del tassista stesso.

    Reclami e rimborsi

    Quando saliamo su un taxi a Roma è sempre opportuno annotarsi il numero di licenza del tassista, presente su una targhetta metallica all’interno del veicolo. Oppure annotarsi il nome identificativo del taxi scritto all’esterno della portiera (ad esempio )

    Stazioni e aereoporti

    Le stazioni e gli aereoporti di Roma sono i punti di collegamento principali della città, ma anche i punti più critici. In questa lista trovate consigli utili per evitare problemi.

    Stazione Termini

    La postazione dei taxi alla stazione Termini si trova proprio davanti all’ingresso principale dell’imponente struttura (il cosiddetto “dinosauro”) su piazza dei Cinquecento. In genere c’è una fila da rispettare, ma è piuttosto scorrevole in quanto punto nevralgico per la mobilità urbana.

    Le corse dalla stazione Termini prevedono un supplemento di 2 € al costo della corsa.

    Tariffe giornaliere:

    Dal lunedì al sabato dalle 06:00 alle 22:00: si applica una tariffa di partenza di 3,00 €

    Domenica e giorni festivi: tariffa di partenza di 4,50 €

    Tariffe notturne:

    Dalle 22:00 alle 06:00: tariffa di partenza di 6,50 €

    I “battitori liberi” della stazione Termini

    Alla stazione Termini si assiste a dinamiche molto particolari. Si tratta dei “battitori liberi”, ovvero tassisti che cercano di accaparrarsi le corse più vantaggiose o i clienti più facilmente raggirabili, anche a costo di farsi superare nella fila (parcheggiando la vettura sulla destra della carreggiata).

    Come evitare i tassisti disonesti? Se siamo in fila per un taxi e c’è una persona con la pettorina gialla che gestisce le priorità dei tassisti, chiedere se è possibile pagare con carta di credito. In genere, in questo modo verremo indirizzati immediatamente verso un tassista onesto.

    Aggiornamento (12/01/2020): a seguito di numerose segnalazioni il Comune di Roma ha disposto la vigilanza costante dell’area antistante la stazione di Termini da parte di agenti di Polizia al fine di evitare il protrarsi di tali fenomeni.

    Stazione Tiburtina

    È la seconda stazione di Roma. Rinnovata di recente, la stazione Tiburtina è lo scalo per i treni a lunga percorrenza sulla linea nord-sud.

    Il parcheggio di fronte alla stazione Tiburtina

    La stazione Tiburtina ha incrementato i livelli di sicurezza con militari armati presenti nelle immediate vicinanze dell’ingresso principale, ma poco distante i pericoli sono in agguato. Complice la mancanza di opportuna illuminazione, i parcheggi limitrofi sotto il cavalcavia, sono spesso piantonati da gruppi di delinquenti intenti a richiedere abusivamente soldi per la sosta e importunare turisti di passaggio.

    Aereoporto di Fiumicino

    L’aereoporto di Fiumicino è il più grande di Roma ed uno degli aereoporti più grandi d’Europa.

    Tariffe:

    Da Fiumicino aereoporto al centro di Roma o fra le mura Aureliane: 48 € (tariffa fissa, sia per taxi della città di Roma che per taxi di Fiumicino)

    Attenti ai taxi abusivi

    Nonostante sia da anni operativa una task-force di monitoraggio delle aree esterne all’aereoporto di Fiumicino bisogna stare attenti ai taxi abusivi.

    Aereoporto di Ciampino

    È il secondo scalo più grande di Roma. All’aereoporto di Ciampino (G.B. Pastine), in particolare la sera, troviamo vetture che effettuano corse abusive. È fondamentale attendere un taxi presso gli appositi stalli, in genere i taxi abusivi stazionano in seconda fila nelle prime due strade del parcheggio.

    Gli “squali di Ciampino”

    Il maggiore problema all’aereoporto di Ciampino sono i cosiddetti “squali di Ciampino”, ovvero tassisti autorizzati che spesso rifiutano le corse richieste da romani, per concentrarsi sui turisti, ignari delle tariffe standard. Talvolta addirittura il costo della corsa singola si moltiplica per il numero di passeggeri.. Di giorno ci sono più controlli e la probabilità di trovare tassisti disonesti è ridotta.

    Alternative al Taxi: NCC e Uber

    La mobilità sta cambiando in fretta in tutte le grandi città del mondo. Compreso a Roma, anche se in maniera meno repentina. Oltre ai mezzi di trasporto pubblici ci sono anche il noleggio con conducente (NCC) ed Uber.

    Noleggio con conducente (NCC)

    Uber

    Il servizio di noleggio con conducente dell’azienda americana Uber, tanto apprezzata nelle più grandi città del mondo, è attiva a Roma con il servizio Black (Uber Pop non è più attivo dal 2015).

    Si tratta di un servizio premium ad elevato standard qualitativo, con prezzi in genere più alti dei taxi. Il funzionamento è semplice: ci si registra sulla app del servizio e si effettua la prenotazione online. Una volta a destinazione il costo del viaggio viene addebitato direttamente sul proprio conto associato alla app.

    Quanto costa Uber

    Oltre alle tariffe variabili in base alla distanza del percorso ci sono tariffe fisse per gli aereoporti. Roma-Fiumicino con Uber ci costa 60 € con UberBlack, 75 € se prenotiamo un furgoncino.

    Uber vs Taxi

    Le lobby dei tassisti frenano la sharing economy e la libera concorrenza. Le continue proteste in piazza che paralizzano spesso la città di Roma (ma anche Milano, Torino e Firenze) ne fanno una delle lobby più potenti d’Italia. Nel 2015 il ricorso da parte delle associazioni di categoria dei tassisti al Tribunale di Milano decreta il blocco di Uber-Pop per “concorrenza sleale”.

    La situazione è decisamnte difficile per Uber. Già abbiamo visto sparire Heetch a febbraio 2019, azienda francese, che offriva un servizio simile ad Uber. Prima ancora di approdare a Roma dovette sospendere il servizio per “situazione legislativa avversa”.

    Da ottobre 2019 Uber è presente a Roma anche con Jump, controllata che offre il noleggio di biciclette. Si tratta delle bici rosse attivabili con una app che troviamo in giro per la città.

    Tour guidato del Colosseo, Foro Romano e colle Palatino
    error: I contenuti su questo sito sono protetti dalle regolamentazioni italiane ed internazionali in materia di copyright. Ogni illecito verrà prontamente segnalato via DMCA senza alcun preavviso